"Sì, mi prenderò cura di me!"

Come amare il bambino che porti nel grembo
volendo bene a te stessa

NOTA: Queste osservazioni e questi suggerimenti costituiscono consigli amichevoli.
Non devono sostituire le raccomandazioni di un medico,
né dovrebbero prendere il posto di una consulenza psicologica
che potrebbe offrire un sostegno importante
durante la gravidanza inattesa o difficile.



Il pesce e il pollo sono due proteine ottime.
Vanno bene diverse volte alla settimana
accompagnate da un'abbondanza di verdure fresche
e da una porzione moderata di pasta o di riso.


Siccome sono ricchi di calcio, fanno bene anche i latticini,
se non sconsigliati dal medico.



Pensiero: Durante questi mesi di gravidanza, cercherò di mantenere una disciplina in cucina,
sostituendo i miei vizi alimentari con nuovi piaceri salutari.
Allo stesso tempo godrò ciò che mangio, ed accetterò le voglie
come un segno di ciò di cui il mio corpo ha bisogno,
oppure come un piccolo "segno" della presenza di mio figlio.
Festeggerò l'abbondanza dei frutti della terra e del mare,  
coltivando gratitudine per questi doni
che danno vita
e che mi accompagnano nel dare vita al mio bambino.



L'acqua pura dovrebbe sostituire le bevande dolcificate e alcoliche.
Inoltre, diversi studi americani hanno indicato
che le bevande gassate a base di caffeina danneggiano le ossa,
annullando addirittura i benefici apportati da latte e formaggi.
Consumando tali bevande
le donne rischiano di veder diminuita la loro densità ossea,
aumentando la probabilità di fratture da osteoporosi.

Pensiero: Il mio corpo è costituito dal 73% di acqua.
Anche il mio bambino non ancora nato vive in un ambiente totalmente acquatico!
Se fino ad ora compravo nel supermercato le bottiglie pesanti di acqua minerale
e adesso vivo senza la presenza di qualcuno che può fare per me questo duro lavoro,
potrei investire in un sistema di acqua filtrata per la casa
oppure comprare un contenitore d'acqua
con i filtri che vengono cambiati ogni paio di mesi.
Così risparmierei non solo la mia schiena e la mia salute,
ma anche l'ambiente in cui crescerà questo figlio.



Negli ultimi anni le ricerche mediche hanno dimostrato
la grande importanza dell'acido folico
nel prevenire le malformazioni del bambino in grembo.
L'assunzione dell'acido folico viene consigliato
già dai primi giorni della gravidanza,
data l'importanza di questo nutriente
nello sviluppo precocissimo del midollo spinale dell'embrione,
che avviene nel primo trimestre.



Pensiero
: Chiederò al mio medico r
iguardo le vitamine prenatali da assumere durante la gravidanza,
e seguirò con attenzione i suoi consigli.
Se non sono abituata ad assumere le vitamine, ma mi vengono consigliate,
dovrò stabilire una routine quotidiana
oppure chiedere l'aiuto di una persona cara
per non dimenticare quest'elemento importante per la salute del mio bambino.



E' normale sentire molta stanchezza nei primi mesi di gravidanza.

Pensiero
:
La casa non deve essere perfettamente pulita!
Cercherò di essere dolce e paziente con me stessa
se in questi mesi non posso fare tutto ciò che facevo prima,
e se non raggiungo tutte le mete che avevo programmato
prima di scoprire di essere incinta.
Cercherò di non sentirmi in colpa chiedendo aiuto agli altri con le faccende domestiche.
Così, permettendomi di essere aiutata dagli altri,
 invito loro ad essere parte della comunità che accoglie questo bambino.




L'esercizio leggero, anche una semplice passeggiata, fa bene.
 
Pensiero: Troverò una forma di esercizio che viene approvato dal mio medico
e che mi piace, e lo farò regolarmente.
Ci sono dei bei libri
che indicano le forme di stretching (ginastica/yoga)
più utili durante la gravidanza.
Il nuoto o altro movimento acquatico è preferito da molte donne in gravidanza.




La bellezza della natura
è un ricordo
della bellezza di ciò
che la madre incinta porta dentro di sè.



Pensiero: Ogni giono cercherò di mettermi in contatto con qualcosa di bello,
sia all'esterno
(un parco oppure giardino, il mare, l'alba, il tramonto, la luna, la pioggia che nutre la terra, etc),
sia all'interno
(una candela accesa, la musica dolce, energetica o ispiratrice,
le parole di una poesia oppure i colori di un'opera di arte, etc).    





"Fumare in gravidanza danneggia il bambino."

Pensiero: Se fumo farò tutti gli sforzi possibili di smettere
durante questa gravidanza
e di non riprendere in mano la sigaretta
dopo la nascita di questo bambino.
Sapendo che anche l'inalazione di fumo "passivo" danneggia mio figlio,
cercherò di non esporlo neanche al fumo degli altri.
Posso gentilmente chiedere
ai familiari e amici fumatori
di non farlo in mia presenza.



Più informazione sulla nostra pagina
"Lo faccio per il mio bambino"

Per un ulteriore aiuto clicca qui:
www.smettere-di-fumare.it




Il consumo d'alcool durante la gravidanza può danneggiare il nascituro.
Purtroppo, diverse ricerche indicano che le donne
che nel passato si sono sottoposte all'IVG,
nelle successive gravidanze sono a maggior rischio
di uso di sostanze che possono danneggiare il nascituro.
Questo fenomeno potrebbbe avere a che fare
con l'ansia o la depressione provocata dallo stato di gravidanza,
che riporta al precedente aborto
e che fa scattare dolorose memorie di esso.

Pensiero: Se prima bevevo una bibita alcolica ogni sera,
oppure alcune volte nella settimana,

scoprirò delle bibite che possano sostituire l'alcool,
per così assicurare che il mio bambino cresca senza questa influenza nociva.
Mi chiederò onestamente:
"In questa gravidanza io noto, o qualcuno ha notato in me,
un aumento nel mio uso di alcool, droghe o tabacco?"

Gli Alcolisti Anonimi dell'Italia sono raggiungibili al:
www.alcolisti-anonimi.it
Centro di ascolto per l'Italia: 06.66.36.620





La meraviglia è una forma di amore.

Pensiero
: M'informerò sullo sviluppo del bambino nel grembo,
anche se c'è un partner oppure altra persona
che sembra non interessarsi
di questo miracolo che accade dentro di me.
Mi stupisco davanti al fatto che posso già stabilire un dialogo con questo figlio,
persino dandogli un nome e coltivando l'affetto verso di lui.
Per imparare di più
posso controllare il sito web
dell'Associazione Nazionale di Psicologia e di Educazione Prenatale:

www.anpep.it




E' importante che la mamma che decide di andar avanti
con una gravidanza inattesa o difficile
trovi delle altre persone che l'appoggeranno.

Pensiero: Magari nella mia famiglia o nel circolo di amici sento una mancanza di supporto
per la mia decisione di far nascere questo bambino.
Forse sto ricevendo dei messaggi negativi riguardo la mia scelta.
Può essere che queste voci sorgano proprio dalla mia testa.
Quando tutto il mondo dice che è ragionevole, o persino "compassionevole" abortire,
è naturale sentire dei momenti di dubbio riguardo una scelta contraria.
Devo cercare le persone che mi daranno un supporto emozionale
in questo cammino coraggioso che ho intrapreso.
Può essere una collega, un'amica, la nonna, un sacerdote, una consulente
oppure un'altra figura spirituale.
Se necessario, posso rivolgermi  ad una delle
Associazioni che offrono un aiuto
alle
mamme incinta e in difficoltà.




Questo momento di crisi è un momento ideale
per riscoprire l'interiorità e
coltivare la propria spiritualità

attraverso momenti di silenzio e di meditazione.

Pensiero: Riconosco che ho bisogno di una comunità che pregherà per me,
e, con me,
per questo figlio che mi viene affidato dal Creatore.
Forse voglio cercare oppure tornare ad una comunità di fede
che mi appoggerà in questo momento importante.




Il padre del bambino, se non una persona pericolosa,
è anche una presenza importante nella vita di questo bambino,
già dai primi mesi del suo sviluppo in grembo.


Pensiero
: Forse il padre di questo bambino è presente nella tua vita in questo momento o forse no.
Speriamo che lui sia una persona pacifica e ragionevole. Se, però, questo non è il caso, ti preghiamo:

Non mettere a rischio il tuo benessere fisico o emotivo, restando in presenza di una persona violenta!

Se lui è una persona da cui dovresti mantenerti a distanza per proteggere la tua salute fisica o psicologica,
ma senti il bisogno di comunicare qualcosa a lui, c'è sempre la possibilità di scrivergli una lettera.

Questa potrebbe essere la lettera in cui tu gli fai sapere della tua decisione
di andare avanti con la gravidanza,
oppure una lettera
che comunica altri dati importanti riguardo la vostra situazione.
Se non sei abituata a scrivere i tuoi sentimenti,
o se i tuoi sentimenti sono ancora troppo intensi,
magari puoi trovare una persona cara
che ti aiuterebbe ad esprimerti in un modo appropriato e costruttivo.


 
Supponiamo, invece, che tu non abbia timore di stargli accanto.
Questo è il momento migliore per farti alcune domande importanti.
Sposati o non sposati, se siete insieme,
ma fra voi c'è già stata, in qualsiasi momento,
una discussione sul non far nascere, ossia abortire, questo bambino,
è probabile che sia necessario fare un cammino di riconciliazione.
Tale riconciliazione può aprire la strada verso una nuova intesa
di ciò che implica e rappresenta
questa gravidanza nella vostra vita di coppia.



Sicuramente non volete che alcun malinteso avveleni i rapporti familiari,
soprattutto i rapporti madre-figlio oppure padre-figlio.

Perciò, forse tu, amica, vuoi ponderare alcune delle domande che seguono:

Quali sono i miei veri sentimenti verso il padre di questo figlio?
C'è una relazione di armonia con lui?
Come deve crescere ognuno di noi per dare un futuro stabile a questo bambino? 



Se lui ha cercato di convincermi ad abortire,
voglio coinvolgerlo adesso nella vita del bambino che lui non avrebbe voluto far nascere?
Come mi sento al riguardo?

Qual'è il  nostro futuro come coppia? Quali sono i miei sentimenti riguardo quel futuro?
Se sento delle incertezze riguardo quel futuro, come posso parlare con lui di quelle incertezze?

Quali passi dovremmo fare durante la gravidanza per poter dare a questo bambino un ambiente stabile in cui crescere?

A chi possiamo chiedere un aiuto nel chiarire questi argomenti?
- ad una persona matura che rispettiamo?
- ad uno psicologo di coppia?
- ad un consultorio d'ispirazione cristiana?



C'è qualcosa che posso fare per aiutarlo a crescere nel suo senso paterno verso questo figlio?
Devo farlo io, oppure c'è un altro uomo da cui sarebbe meglio che lui ricevesse un consiglio?

Il sito web www.claudio-rise.org 
contiene delle riflessioni interessanti e risorse importanti
per gli uomini in generale,
e per i padri specificatamente.


Per la guarigione dei matrimoni in crisi,



oppure la riconciliazione delle coppie già separate,

c'è un programma
che ha già avuto molto successo in altri Paesi del mondo,

e che da pochi anni è anche presente in Italia:

www.retrouvaille.it
"Un salvagente per matrimoni in difficoltà"



Qualsiasi sia lo stato della tua relazione con il padre del bambino in grembo,
ti incoraggiamo a rifletter in questi mesi sulla domanda:
Quali qualità devo coltivare io
in me stessa
per diventare la donna/mamma/moglie migliore possibile?





L'allattamento rafforza il sistema immunitario del neonato,
promuove il suo benessere emozionale,
ed offre un'unica opportunità
per coltivare il legame madre-figlio.


Pensiero: Dopo il dono della vita stessa,
l'allattamento è il secondo dono più grande che posso regalare a mio figlio.
Così contribuisco al suo benessere fisico ed emozionale
in un modo che nessun altro può fare.
Se per me è difficile allattare, cercherò un aiuto da una parente o amica,
oppure dall'associazione internazionale dedicata ad offrire un tale aiuto:

La Leche League Italia
www.lllitalia.org
Numero unico nazionale per l'Italia: 199.432.326

Se per qualche motivo mi risulta impossibile allattare,
cercherò di accettare questa sofferenza senza sensi di colpa,
affidando con fiducia il mio bambino nelle mani del Creatore,
e gioiendo per tutto il bene
che posso ancora fare
a questo figlio
che Dio ha affidato a me.


Clicca qui
per tornare alla pagina "Incinta adesso?"



Le informazioni fornite dal nostro sito non sono intese per essere trattate come un sostituto di un consiglio medico professionale.
Chiedete SEMPRE il parere del vostro medico circa specifiche condizioni sanitarie o eventuali requisiti fisici necessari.


Questo sito web non è un sito di consulenza psicoterapeutica professionale, nè deve sostituire la consulenza di un professionista abilitato.
A volte l'esperienza di un aborto può creare intense emozioni che forse non potete gestire adeguatamente da soli.
In caso di necessità rivolgetevi ad un professionista abilitato.
 
© 2008-2013 Monika Rodman, Progetto Rachele. Tutti i diritti riservati.